Consiste nell’asportazione di quella parte del prepuzio, ovvero della cute che riveste parte del pene, che non permette l’esposizione del glande rendendo fastidioso, doloroso e, a volte, impossibile, il coito (rapporto sessuale).

Che tipo di anestesia viene eseguita?

Il tipo di anestesia solitamente praticata è di tipo locale: attraverso una puntura alla base del pene si determina il completo blocco della sensibilità al dolore. A volte, può essere necessaria una blanda sedazione con conseguente maggior confort del paziente.

Quanto dura l’intervento?

La durata dell’intervento è di circa mezz’ora.

Clicca per maggiori informazioni

Dove vengo operato?

L’intevento può essere eseguito in regime ambulatoriale e, dopo un breve periodo di osservazione, il paziente può essere dimesso e tornare tranquillamente a casa.

Quali sono le accortezze preoperatorie?

Prima dell’intervento è necessario accorciare i peli pubici e inguinali al fine di garantire la migliore sterilità durante l’intervento.

Inoltre qualche ora prima dell’inizio dell’intervento è utile eseguire una profilassi antibiotica.

Devo eseguire delle medicazioni?

Le medicazioni devono essere fatte quotidianamente attraverso la detersione dell’area operata con soluzioni disinfettanti e mediante l’applicazione di una crema antibiotica. Solitamente non è necessario assumere terapie antibiotiche per via orale.

Quando viene fatta la visita di controllo?

Il nostro studio garantisce il controllo clinico il giorno successivo l’esecuzione dell’intervento.

Un altro controllo solitamente avviene a 7 giorni dall’intervento.

Fa male dopo l’intervento?

La sensazione maggiormente riferita da parte dei nostri pazienti è quella di un fastidio. Il dolore, se presente, è di lieve entità e non pregiudica le normali attività quotidiane (eccetto quelle sportive).

Per quanto tempo devo stare a riposo dopo l’intervento?

Il giorno successivo l’intervento è già possibile tornare alle normali attività quotidiane. Per chi per lavoro è costretto a sforzi fisici è utile qualche giorno di riposo in più.

Dopo quanto tempo posso riprendere a fare sport?

Lo sport deve essere evitato per almeno sette giorni. Alla visita di controllo sarà poi deciso quando iniziare l’attività fisica sportiva sulla base dell’andamento del processo di guarigione.

I punti dopo quanto tempo cadono?

La sutura viene eseguita con fili a rapido riassorbimento che tendono a sfaldarsi già dopo i primi 14 giorni.

Fimosi parziale o totale?

Per ragioni tecniche legate all’anatomia chirurgica del prepuzio e della sua vascolarizzazione noi eseguiamo una circoncisione totale in quanto riteniamo che la circoncisione parziale esiti, quasi sempre, in una recidiva della fimosi.

Sensibilità e erezione dopo l’intervento?

La sensibilità rappresenta spesso un grosso dubbio in chi deve sottoporsi a circoncisione.

Il presupposto fondamentale per cui viene posta indicazione all’intervento chirurgico di circoncisione è la presenza di una fimosi. La fimosi è una patologia e, pertanto, va trattata nel modo più efficace. La circoncisione a fini estetici o culturali è poco praticata in Italia.

Premesso questo, è chiaro come l’impossibilità a scoprire il glande porti ad un disconfort del paziente durante il coito che pregiudica in modo importante la qualità della vita sessuale. L’intervento non incide in alcun modo sul meccanismo dell’erezione che, pertanto non è assolutamente compromessa, anzi!

In alcuni pazienti, dopo l’intervento di circoncisione è presente un’ipersensibilità del glande, specie nei casi di fimosi serrata (completa impossibilità del paziente nel scoprire il glande) che con il tempo si risolve nella totalità dei pazienti

Dopo quanto tempo è possibile avere rapporti sessuali?

La completa restitutio ad integrum dell’organo e la ripresa di una normale attività sessuale si ha dopo circa  30 giorni.

Lo Studio Medico Izzo offre a Napoli, Caserta, Salerno, Benevento e in Costiera Sorrentina questo trattamento chirurgico.

 

circoncisione